Come si ottiene lo spid online? Scoprilo con la nostra guida

Impariamo a richiedere lo spid online, il Sistema Pubblico di Identità digitale, l'oscuro acronimo ormai alla base di molte procedure burocratiche.

Come si ottiene lo spid online? Scoprilo con la nostra guida

Il tutorial che mancava per ottenere lo spid online: il Sistema Pubblico di Identità Digitale

 

In questi ultimi tempi ti potresti essere trovato alle prese con una conversazione e alla parola spid online aver avuto la sensazione di essere stato catapultato in un nano secondo su Vulcano, il celebre pianeta di Star Trek, circondato da strane creature con le orecchie a punta intente a dialogare in una lingua aliena.

 

Mobile LTE Connettività e Voce
in promo a 9.99 € /Mese
100 Giga
Rete 4G

 

Niente panico, noi tariffe.it abbiamo pensato di venirti in aiuto con un tutorial che ti renderà il massimo esperto di Spid online, così padrone della materia da poter insegnare ad altri ignari avventurieri della pubblica amministrazione tutto sul Sistema Pubblico di Identità Digitale e usufruire con dimestichezza dei servizi dominati dal misterioso acronimo.

 

 

Spid online: Sistema Pubblico di Identità Digitale
Spid online: Sistema Pubblico di Identità Digitale

 

 

Spid online: molto più di un acronimo

 

Partiamo dalla definizione, perché per comprendere bene il significato bisogna iniziare a prendere confidenza con il significante. Spid è l'acronimo di Sistema Pubblico di Identità Digitale e si tratta di un sistema di identificazione unico, grazie al quale sia i privati che le imprese possono avere accesso a tutti i servizi online che la Pubblica Amministrazione mette a disposizione. Niente di più, niente di meno. 

 

 

Ora che il termine spid non è più un illustre sconosciuto di lingua vulcaniana, è probabile che tu ti stia chiedendo come fare per ottenerlo e per utilizzarlo sui servizi per i quali è stato creato. Se la tua domanda è davvero questa, allora sei nel posto giusto. Il tutorial di tariffe.it, il portale di comparazione tariffaria geoloalizzata che non è solo offerte telefonia mobile, è qui per fugare ogni tuo dubbio. 

 

 

Come ottenere lo spid online

 

Innanzitutto per ottenere lo spid online è fondamentale che tu abbia compiuto 18 anni, solo i maggiorenni, infatti, possono richiederlo. Nel momento in cui decidi d'inziaire la procedura per avere il tuo Sistema Pubblico di Identità Digitale, allora dovrai avere con te: 

 

Carta di identità;

Patente;

Passaporto;

Permesso di soggiorno (se non hai la cittadinanza italiana);

Tessera sanitaria (con codice fiscale).

 

 

Appena avrai a portata di mano tutti questi documenti, non ti resterà che rivolgerti ai cosiddetti Identity Provider. Si tratta di gestori autorizzati attraverso i quali richiedere il tuo spid. Basteranno dai 10 ai 20 minuti e le tue credenziali saranno pronte per essere utilizzate. 

 

Gli identity provider autorizzati ai quali fare riferimento per richiedere lo spid online sono: RegisterSielteNamirialArubaTIMInfoCert e Poste Italiane.

 

 

In genere c'è un costo iniziale da pagare per richiedere lo spid online che varia a seconda del provider scelto ma che, comunque, non supera mai i 20 euro. Inoltre, è bene specificare che per i privati cittadini lo spid è gratis per i primi due anni dall’attivazione. Le aziende, invece, devono pagare un contributo annuo intorno ai 35/40 euro + IVA.

 

 

IMPORTANTE!

La procedura per ottenere le credenziali SPID richiede l’invio di documenti in formato elettronico, per questo, prima d'iniziare, assicurati di avere con te uno smartphone con il quale scattare le foto dei documenti da inviare e un computer con webcam, con il quale potrai essere identificato a distanza, così da non doverti recare personalmente presso un ufficio. 

 

 

Mobile LTE Connettività e Voce
in promo a 9.99 € /Mese
100 Giga
Rete 4G

 

 

Via alla procedura 

 

Ora che i passi preliminare sono chiari, è arrivato il momento di capire come funziona concretamente la procedura per richiedere lo spid online

 

Abbiamo già fatto cenno al fatto che gli Identity Provider sono molti, ma le procedure da seguire sono tutte piuttosto simili. Qui faremo un esempio di procedura utilizzando uno dei più celebri: Aruba

 

Appena ti colleghi al sito del provider, la prima cosa da fare è selezionare quale spid vuoi attivare, a seconda che tu sia un privato o un'azienda. Abbiamo già detto che per i privati lo spid è gratuito per i primi 2 anni, mentre per le aziende ha un costo annuo di 35/40 euro + IVA. Fatto questo, è il momento di procedere. 

 

Innanzitutto devi collegarti alla pagina di Aruba per richiedere il tuo spid. Ecco come appare la schermata: 

 

Spid online

 

Una volta sulla pagina, clicca sul pulsante Acquista. La schermata che ti apparirà successivamente è questa: 

 

 

A questo punto clicca sul pulsante Prosegui. Il provider ti chiederà di scegliere il sistema di riconoscimento

 

 

Firma digitale o remota;

Tessera Sanitaria o CNS;

Carta d'identità elettronica (CIE);

Di persona.

 

 

Scelto il sistema di riconoscimento dovrai cliccare ancora una volta sul pulsante Prosegui e inserire user e password del tuo account Aruba. (Se non ha un account dovrai crearlo cliccando su Registrati per proseguire).

 

 

Effettuato il login vedrai un riepilogo del tuo ordine e dovrai spuntare le caselle dove ti verrà richiesto e, per l'ultima volta, cliccare su Prosegui.

 

 

Ora sarà un messaggio visualizzato sul tuo schermo a confermarti che l'ordine è andato a buon fine. All'interno del messaggio ti verrà specificato anche che, al tuo indirizzo di posta elettronica, è stata inviata un'email con le istruzioni per completare la procedura per ottenere il tuo spid

 

 

A questo punto apri la tua casella di posta e clicca sul link riportato all'interno dell'email che ti ha inviato il provider. Ancora pochissimi minuti e lo spid è tuo, pronto per essere utilizzato. 

 

 

Conclusioni

 

Tutto chiaro? Sei pronto a richiedere il tuo spid online? Con la guida di tariffe.it ogni mistero è svelato non solp riguardo la offerte internet mobile tra cui scegliere ma su molto di più. 

 

#andràtuttobene






editore

Matilde Gregori

Giornalista pubblicista, da molti anni scrivo di hi-tech e Telco, dopo interessanti e deliziose incursioni nel mondo degli eventi culturali ed enogastronomici del centro Italia. Sono innamorata di Hemingway, adoro il sushi e mi rilasso con lo Yoga. In attesa che i miei innumerevoli incipit assumano i contorni più definiti di un racconto, continuo a parlare di tecnologia. Magari la Musa mi ispirerà tra una tariffa e l'altra.

mail | www | articoli